Investimenti stranieri in Brasile: le aziende trovano uno scenario promettente nel Paese.

Questo post è disponibile anche in: Português English

Gli investimenti stranieri in Brasile sono più che raddoppiati nei primi mesi del 2021. Il Paese è diventato terreno fertile per le imprese di tutto il mondo, le quali arrivano alla ricerca di potenziali consumatori. In totale, sono arrivati 10,8 miliardi di dollari in investimenti diretti, più del doppio dell’importo registrato nello stesso periodo nel 2020, con sorpresa per gli analisti di mercato.

Quando parliamo di potenziali consumatori, ci riferiamo alla metà dei 208 milioni di persone che sono collocate nella classe media, con accesso a buoni livelli di benessere e di consumo. Questi sono i dati del 2020 del Ministero degli Esteri e Cooperazione Internazionale.

Per rendere i numeri più chiari, niente di meglio che mostrare esempi reali. Anche se immerse in una crisi causata dalla pandemia Covid-19, aziende come iFood hanno registrato una crescita del 50% tra marzo e agosto 2020. Secondo il sito web di Consumidor Moderno, ad agosto iFood ha raggiunto la soglia dei 236 mila ristoranti nella sua piattaforma in più di mille città ed un totale di 44,6 milioni di ordini.

Tornando agli investimenti diretti entrati in Brasile tra gennaio e febbraio, oltre a generare utili per le imprese, gli stessi possono generare posti di lavoro in Brasile. È quanto avviene quando viene date la priorità a progetti di medio e lungo termine. La stima è che, alla fine del 2021, il Governo registri un ingresso di 60 miliardi di dollari.

Il promettente scenario mette il Paese in condizioni paritarie con l’India e la Cina, altri due paesi emergenti. Si tratta di una proiezione divulgata dall’Organizzazione per la Cooperazione e Sviluppo Economico (OCDE) in una relazione pubblicata a febbraio di quest’anno.

Scopri quali sono i settori con la crescita più rapida 

Il Brasile ha aumentato i suoi investimenti in infrastrutture tecnologiche e nella formazione dei suoi professionisti. Il risultato di questa misura è evidente in settori del mercato che hanno raggiunto utili sempre maggiori. Nel sito dell’Agenzia Brasiliana di Promozione di Esportazioni e Investimento (Apex-Brasil) è riportata questa informazione, nell’articolo Setores Prioritários, in cui sono citati questi settori. Evidenziamo qui:

 

  • Agroalimentare: il Brasile è diventato uno dei maggiori produttori ed esportatori agricoli al mondo negli ultimi due decenni. Ció  è dovuto alla crescita e agli investimenti nella ricerca sulle tecnologie e sullo sviluppo dell’agricoltura tropicale.
  • Automotive: corrisponde al 23% del PIL industriale del Paese e genera 1,5 milioni di posti di lavoro nella sua catena di produzione. Le società asiatiche di componenti e ricambi auto prevedono un aumento degli investimenti in Brasile.
  • Energie rinnovabili: il Brasile è il settimo Paese al mondo in termini di investimenti in energia pulita e il sesto più attrattivo. L’energia eolica è la fonte di energia elettrica con la maggiore crescita nel Paese.
  • Sanitario: un potenziale enorme, spese crescenti nel settore sanitario ed una popolazione sempre più anziana sono fattori che attraggono le multinazionali.
  • Petrolio e Gas: secondo il Panorama Mondiale di Petrolio (Word Oil Outlook), pubblicato dall’Organizzazione di Paese Esportatori di Petrolio (OPEC), il Brasile sarà uno dei maggiori fornitori di petrolio convenzionale nelle regioni dei paesi in via di sviluppo, davanti a paesi attualmente membri della OPEC.  
  • Infrastrutture: l’investimento in questo settore è quasi triplicato negli ultimi anni, passando da 48,6 miliardi di Reais (15,5 miliardi di dollari) nel 2007 a 130 miliardi di Reais (41,5 miliardi di dollari) nel 2014, considerando il capitale pubblico e privato.

La crescita del Paese in questi settori è un grande riflettore per gli investitori stranieri. Durante l’apertura dell’edizione 2019 del Brasil Investment Forum (BIF) realizzato a San Paolo, il Ministro della Casa Civil, Onyx Lorenzoni, ha affermato che, se un investitore è venuto in Brasile è perché, oltre ad essere un ambiente sicuro, è un mercato che avrà alta redditività. 

L’edizione 2021 del BIF sarà realizzata on line, nei giorni 31 maggio e 1° giugno. Saranno evidenziate le opportunità di investimento in questi settori strategici. In questa occasione, discussi i miglioramenti del contesto imprenditoriale in Brasile.

Come il Brasile è rimasto in ascesa anche dopo la crisi del 2008

Considerata la peggiore crisi sin dal 1929, quella del 2008 è stata generata dallo scoppio di una bolla immobiliare negli Stati Uniti. L’aumento dei valori degli immobili non è stato accompagnato dalla crescita del reddito della popolazione.

Poiché viviamo in un mondo globalizzato, la crisi ha colpito il mondo intero, compreso il Brasile. Nonostante le difficoltà incontrate, il paese ha continuato ad avere una buona valutazione. Tra gli altri dati positivi, c’è stato un aumento degli investimenti brasiliani all’estero e quello degli investimenti internazionali nel Paese.

Questo è stato il risultato delle misure adottate all’epoca dal governo brasiliano per ridurre gli effetti della crisi, come l’intervento della Banca Centrale brasiliana nel mercato dei cambi per contenere i ribassi del mercato finanziario e la concessione di linee di credito e finanziamenti per il mantenimento della produzione agricola e industriale.

Aspettative per i prossimi anni

 

Nonostante il risalto e l’aumento delle notizie negative sull’economia brasiliana, spesso diffuse per motivi politici, il Brasile del futuro continuerà a crescere. È quanto afferma il team di specialisti della Banca Safra, che attribuisce le previsioni positive al buon andamento del settore agricolo e alla solidità delle riserve internazionali.   

Giacomo

Avv. Giacomo Guarnera, socio della GSA Advice, che da trenta anni fornisce consulenza a investitori stranieri in Brasile.

Sulla GSA Advice:

Siamo una impresa di consulenza internazionale e sviluppo di progetti imprenditoriali in Brasile, volta alla presentazione di soluzioni agli investitori stranieri che generino le condizioni per realizzare, amministrare e controllare il proprio business in Brasile, con una visione multidisciplinare a 360 gradi.

 

Desideri entrare in contatto con i nostri esperti?

Lascia i tuoi dati qui sotto e ti contatteremo.

Questo elemento è stato inserito in Blog. Aggiungilo ai segnalibri.