Sostenibilità e innovazione tariffaria sulle autostrade lungo la costa di San Paolo

Questo post è disponibile anche in: Português English

L’avviso di concessione di tratti autostradali sulla costa di San Paolo, lanciato il 14 maggio dal governo dello Stato di San Paolo, ha la sua asta prevista per settembre di quest’anno. L’avviso che ha ricevuto il nome di “Lotti sulla costa Paulista” comprende 222 km di autostrade che attraversano 12 comuni e collegano la costa meridionale alla capitale San Paolo. Fanno anche parte della concessione nuove sezioni.

Si stima che gli investimenti in queste autostrade, nel corso dei 30 anni di concessione, siano ammontati a 3 miliardi di R$ e dovrebbero essere raddoppiati a causa della costruzione di corsie aggiuntive, sabbie a spalla e dispositivi di accesso, nonché di nuovi attraversamenti pedonali, passerelle e 73 chilometri di piste ciclabili. Il progetto preparato dall’Agenzia dei Trasporti dello Stato di San Paolo (Artesp) prevede anche il Programma Carbonio Neutro, elemento attrattivo per gli investitori, che mira a neutralizzare l’emissione di gas a effetto serra attraverso il reimpianto degli alberi e l’adozione di altre misure socio-ambientali.

Tuttavia, alcune particolarità portano in evidenzia il “Lotti sulla Costa Paulista” in comparazione agli altri concessioni. A differenza di quanto avviene comunemente sulle autostrade, il valore del pedaggio sarà direttamente legato alla distanza percorsa dall’utente. È inoltre espressamente previsto il meccanismo di condivisione del rischio di domanda, prevedendo che nel periodo di quattro anni una variazione superiore al livello del 12% della domanda stimata, maggiore o minore, genera automaticamente l’obbligo di compensazione.

Questo elemento è stato inserito in Blog. Aggiungilo ai segnalibri.